USA-UE: BERTINOTTI A FASSINO, NON SI PUO' ESSERE PROGRESSISTI E FILOAMERICANI
USA-UE: BERTINOTTI A FASSINO, NON SI PUO' ESSERE PROGRESSISTI E FILOAMERICANI
IL NUOVO ATTEGGIAMENTO DI BUSH E' DOVUTO SOLO ALLE SUE DIFFICOLTA'

Roma, 25 feb. (Adnkronos) - Lo dice chiaro e tondo: non si puo’ essere progressisti e nello stesso tempo amici degli americani. Il leader di Rifondazione comunista, Fausto Bertinotti, replica cosi’ alle affermazioni del segretario dei Ds, Piero Fassino, che prefigura un’Italia con governo di centrosinistra ma alleato di ferro degli Usa. ‘’Al leader dei Ds voglio solo dire -sottolinea Bertinotti- che uno schieramento progressista filoamericano e’ una contraddizione in termini. O e’ progressista -insiste- o e’ filoamericano’’.

Non e’ che Bertinotti non colga le novita’ internazionali, sarebbe ‘’da stupidi’’, ma non si puo’ legare la realpolitik a fatti contingenti. E poi, ‘’non vedo affatto un rovesciamento della politica di Bush, ma una sua difficolta’ e quindi un atteggiamento conseguente’’. Resta la sua ‘’dottrina basata sulla guerra preventiva e sul governo unipolare del mondo’’. ‘’Io al contrario di Fassino -ribadisce il leader del Prc- penso che l’Europa abbia bisogno di piu’ autonomia dagli Usa, anzi penso che i suoi interessi politici, geopolitici, economici coincidano con un declino della potenza americana’’.

(Leb/Col/Adnkronos)