COMO: FALSE RESIDENZE A CAMPIONE, FABIO CAPELLO DEPONE IN AULA
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


COMO: FALSE RESIDENZE A CAMPIONE, FABIO CAPELLO DEPONE IN AULA

Como, 3 mar. (Adnkronos) - Fabio Capello, tecnico della Juventus, ha deposto questa mattina al Tribunale di Como nel processo a carico del sindaco di Campione d’Italia, enclave italiana in Canton Ticino, Roberto Salmoiraghi. L’ex mister di Roma, Milan e Real Madrid stato sentito dal pm Daniela Meliota in qualit di testimone nel processo che vede imputati Roberto Salmoiraghi, sindaco di Campione d’Italia, e la moglie Lia. Entrambi sono accusati dalla procura di Como di aver dato false residenze nella piccola enclave italiana in Ticino.

Una di queste era stata riservata proprio al tecnico della Juventus, quando ancora allenava la Roma. Capello ha risposto a tutte le domande, ha spiegato di non aver mai visto la casa di Campione per la quale finito anch’egli nei guai (pagata una multa di 3.000 euro che ha sanato la pendenza) e Salmoiraghi. Il coach bianconero ha raccontato che l’idea della residenza a Campione era stata proposta dallo stesso sindaco di Campione d’Italia, suo vecchio amico, e di aver firmato il cartellino dell’anagrafe a casa di Salmoiraghi a Legnano. Capello, infine, ha detto al presidente del collegio Alessandro Bianchi di non essere stato a conoscenza delle agevolazioni fiscali nell’avere la residenza a Campione. Al termine della deposizione in aula, Capello ha lasciato il Tribunale da un’uscita secondaria.

(Cam/Lr/Adnkronos)