CECENIA: MASKHADOV, IL SEPARATISTA CHE TENTO' DIALOGO CON MOSCA/SCHEDA
CECENIA: MASKHADOV, IL SEPARATISTA CHE TENTO' DIALOGO CON MOSCA/SCHEDA
EX PRESIDENTE SEMPRE A META' TRA GUERRIGLIA E VIA DIPLOMATICA

Grozny, 8 mar. - (Adnkronos) - Nato nel 1951 in Kazakistan, Aslan Maskhadov inizi la sua carriera tra le fila dell’Armata Rossa, l’esercito dell’ex Unione sovietica, distinguendosi nella campagna militare in Lituania agli inizi degli anni Novanta. Fu solo dopo la dissoluzione del gigante dell’Est che divenne nel 1992 capo di Stato Maggiore ceceno, facendosi portavoce di quell’aspirazione separatista che ancora oggi oppone Mosca a Grozny.

Alle doti militari seppe sempre affiancare quelle politiche. Se, infatti, nel 1995 guidava le forze cecene per respingere le truppe ‘nemiche’ dal paese, negli stessi anni, Maskhadov mantenne aperti i canali diplomatici, partecipando ai negoziati di pace con Mosca. Fu soprattutto la sua battaglia per l’indipendenza, pi dei suoi meriti militari, ma anche le sue promesse di un futuro di pace, a convincere l’elettorato ceceno ad eleggerlo presidente nel gennaio del 1997. Maskhadov si trov per presto a gestire un paese in mano ai signori della guerra e fall, facendo ripiombare il paese nel caos. (segue)

(Abi/Pn/Adnkronos)