CILE: CANTI E BANDIERE ROSSE, IL SALUTO DI SANTIAGO A GLADYS MARIN
CILE: CANTI E BANDIERE ROSSE, IL SALUTO DI SANTIAGO A GLADYS MARIN
MESSAGGIO DI CASTRO A FUNERALI, ERA UNA DONNA APPASSIONATA

Santiago del Cile, 8 mar. - (Adnkronos) - E’ stato letto anche un messaggio di Fidel Castro alla commemorazione funebre al cimitero generale di Santiago di Gladys Marin, la presidentessa del partito comunista e storica oppositrice della dittatura di Augusto Pinochet morta domenica a 63 anni. Il messaggio del Leader Maximo stato letto dal presidente del parlamento cubano, Ricardo Alarcon.

“Gladys Marin - recita il saluto di Castro - era una donna appassionata, autentica, che si dedicava al Paese con amore, giustizia e umanit”. Nel messaggio il presidente cubano ha anche ricordato le parole che le aveva sentito dire a Cuba, dove Gladys Marin ha trascorso un lungo periodo di malattia dopo l’operazione che aveva subito al cervello per un tumore maligno. Il figlio della leader comunista, Alvaro Munoz, ha ringraziato “Cuba e Fidel Castro” per l’accoglienza riservata alla madre e l’appoggio, in questi giorni di lutto, della gente e del presidente cileno Roberto Lagos, presente oggi ai funerali.

L’ultimo viaggio di Gladys Marin per le strade di Santiago stato costellato di bandiere rosse e di canti e inni del Pc. La gente in attesa dell’uscita della bara dall’ex sede del Congreso Nacional, dove si riuniva il parlamento prima del golpe di Pinochet, si era radunata dalle sei di questa mattina, con una lunga fila che arrivava fino a Plaza de Armas. Cinquecentomila persone avevano partecipato, da domenica scorsa, alla veglia funebre. Oltre a quella cubana, sono arrivate delegazioni dei partiti comunisti di Argentina, Venezuela e Messico.

(Aba/Opr/Adnkronos)