ULSTER: IRA, PRONTI AD UCCIDERE GLI ASSASSINI DI MCCARTNEY
ULSTER: IRA, PRONTI AD UCCIDERE GLI ASSASSINI DI MCCARTNEY

Belfast, 8 mar. (Adnkronos) - L’Ira si offerta di uccidere le persone direttamente coinvolte nell’omicidio di Robert McCartney, il ragazzo di 33 anni ucciso in un pub di Belfast lo scorso 30 gennaio, omicidio di cui sospettato lo stesso movimento paramilitare nordirlandese. Ma i familiari del ragazzo hanno risposto che non vogliono che si aggiunga altra violenza, chiedendo che i responsabili della morte di McCartney siano processati in tribunale. In un comunicato diffuso oggi dall’Ira si parla di due incontri che sarebbero avvenuti tra i parenti del ragazzo e i vertici dell’organizzazione, durante i quali sarebbero stati fatti i nomi dell’uomo che ha accoltellato McCartney e del complice che ha rimosso e distrutto l’arma, entrambi espulsi dall’Ira.

Secondo quanto si legge ancora sul sito della Bbc, le sorelle del ragazzo nordirlandese hanno ricevuto un invito alla Casa Bianca dal presidente George Bush in occasione della festa di San Patrizio, il patrono d’Irlanda.

(Abi/Rs/Adnkronos)