CASA: CONFEDILIZIA FIRENZE, BASTA CON VESSAZIONI FISCALI
CASA: CONFEDILIZIA FIRENZE, BASTA CON VESSAZIONI FISCALI
RISCHIAMO AUMENTI ICI FINO AL 35-40% IN DUE ANNI

Firenze, 12 mar. - (Adnkronos) - ‘’Ormai non c’e’ piu’ limite alle vessazioni fiscali sugli immobili ed in particolare sulle case’’. Cosi’ Confedilizia Firenze protesta, in una nota, all’aumento dell’aliquota Ici agevolata anche per la prima casa o con affitto concordato. ‘’Certe decisioni non possono essere sempre giustificate dalle esigenze finanziarie delle pubbliche amministrazioni -prosegue la nota- Quest’anno, poi, stiamo assistendo ad un vero e proprio attacco al risparmio immobiliare. Per i cittadini si prospettano inasprimenti delle imposte che colpiscono gli immobili, attraverso rivalutazioni delle rendite catastali. E le amministrazioni comunali ormai muovono senza piu’ alcun controllo la leva fiscale Ici, senza nemmeno motivare l’aumento delle aliquote’’.

’’Per il futuro - spiega Confedilizia Firenze - si puo’ prevedere che la combinazione degli effetti della rivalutazione delle rendite e dell’incremento delle aliquote condurra’ nel giro di uno o due anni ad un aumento Ici non inferiore al 35-40%. Siamo ormai al di fuori di ogni limite di sostenibilita’ per il settore immobiliare, che non e’ nemmeno in grado di trasferire in parte questi oneri che tutti gli anni sopraggiungono’’. ‘’In questa situazione - conclude la nota - gli investimenti dei risparmiatori sono a rischio, ed i canoni di locazione saranno sempre piu’ inaccessibili per le categorie disagiate, che si troveranno escluse sia dal mercato delle compravendite che degli affitti’’.

(Fas/Col/Adnkronos)