COMPETITIVITA': MUSI, SE PREMIER AVESSE RISPETTATO PATTO ITALIA NESSUN BISOGNO DL
COMPETITIVITA': MUSI, SE PREMIER AVESSE RISPETTATO PATTO ITALIA NESSUN BISOGNO DL
CON DAZI SI FA PROPAGANDA ELETTORALE NON POLITICA ECONOMICA

Roma, 12 mar. - (Adnkronos) - “Berlusconi ha avuto un’occasione importante nel 2002 di poter realizzare un patto che vedeva impegnata la maggioranza delle forze sociali. Se non lo avesse tradito non staremmo a discuetere di un decreto sulla competitivita’”. E’ il segretario generale aggiunto della Uil, Adriano Musi, a giudicare il pacchetto sulla competitivita’ varato ieri dal governo.

Un pacchetto che “ha tutte le contraddizioni di chi ha dovuto soddisfare tutte le richieste della sua maggioranza spalmando, come parmigiano sulla pasta, i provvedimenti e le risorse. Cosi’ si puo’ solo accontentare qualcuno ma questa non e’ ne’ politica economica ne’ politica di sviluppo”, aggiunge. Tanto meno lo e’ , per Musi, se si cercano di inserire dazi antidumping. “Si tenta di fare propaganda elettorale attraverso la politica economica con proposte senza senso”, conclude rivolto alla Lega.

(Tes/Zn/Adnkronos)