PIL: BERTINOTTI, 1,2% E' MISURA DEL FALLIMENTO DEL GOVERNO
PIL: BERTINOTTI, 1,2% E' MISURA DEL FALLIMENTO DEL GOVERNO

Perugia, 12 mar. (Adnkronos) - ‘’Il PIL all’1,2% e’ la misura del fallimento del Governo’’. Ad affermarlo oggi pomeriggio a Perugia, parlando con i giornalisti, e’ stato il Segretario Nazionale di Rifondazione Comunista, Fausto Bertinotti. ‘’Non perche’ il prodotto interno lordo alto sia la misura dello stato di salute dell’economia di un paese - ha proseguito - anche perche’ dipende da come ci si e’ arrivati. Ovviamente averlo basso pero’, e’ indice di malattia. Parlo di fallimento del Governo proprio perche’ l’aumento del PIL era uno degli obiettivi della politica economica del Governo Berlusconi’’.

Tre, secondo il segretario Nazionale del Prc, le strade da intraprendere per profilare lo sviluppo economico del paese. ‘’Intanto bisogna imparare dagli altri. Se la Francia e la Germania decidono allo stesso modo di salvare le industrie strategiche nazionali attraverso forti interventi pubblici, forse bisogna rendersi conto che questa e’ una strada obbligata. C’e’ bisogno, inoltre - ha spiegato Bertinotti - di ricerca strategica. L’Italia ha il piu’ basso tasso di ricerca strategica d’Europa e c’e’ un addensamento di redditivita’ che ha immobilizzato una quantita’ gigantesca di risorse. Il reddito prodotto dalle rendite e’ tassato molto meno del reddito prodotto dai salari. Bisogna intervenire in maniera forte sulla rendita per dislocare lo spostamento di queste risorse sulla ricerca strategica. E’ necessario, infine - ha concluso - investire sul territorio e nel Made in Italy’’.

(Anr/Zn/Adnkronos)