EDITORIA: ROMA, PRESENTATO RAPPORTO SULL'ECONOMIA DELLA CULTURA IN ITALIA (3)
EDITORIA: ROMA, PRESENTATO RAPPORTO SULL'ECONOMIA DELLA CULTURA IN ITALIA (3)

(Adnkronos/Adnkronos Cultura) - “Seguire l’andamento di un periodo cos lungo molto interessante – ha dichiarato Carla Bodo, curatrice del rapporto – solo cos infatti possibile rendersi conto dei “brade storici”: negli anni Settanta non esisteva ancora la politica culturale, ma soltanto le Regioni, da poco istituite, iniziarono ad occuparsi di essa; negli anni Ottanta, invece, si assiste ad una presa di coscienza dell’importanza della cultura come materia in grado si garantire uno sviluppo economico. Seguono gli anni Novanta, un periodo di luci e ombre: da una parte si realizza una centralizzazione della politica culturale, grazie ad un ministero della cultura finalmente comparabile per peso e compiti a quelli europei, e aumenta il rilievo degli enti locali; dall’altra, diminuiscono le risorse e si amplifica il divario, in termini di spese delle regioni, tra il centro nord e il Mezzogiorno”.

(Per/Pe/Adnkronos)