BENZINA: LEGA, CONTRO CARO-GREGGIO ALIQUOTE VARIABILI SU ACCISE
BENZINA: LEGA, CONTRO CARO-GREGGIO ALIQUOTE VARIABILI SU ACCISE
OCCORRE DEFINIRE INDICI DI RIFERIMENTO

Roma, 17 mar.(Adnkronos) - La Lega parte all’attacco contro il caro-greggio: ”servono misure urgenti”, tuona nel corso di una conferenza stampa alla Camera, affidando l’illustrazione della sua ricetta a Massimo Polledri, responsabile Energia del partito, che propone di modulare le accise in percentuali variabili per calmierare e stabilizzare il prezzo finale per il consumatore, senza quindi trasferire su di lui gli effetti dell’aumento del costo del petrolio.

Di fronte al caro-greggio, dice Polledri, “bisogna rendere meno vulnerabile il nostro sistema economico influenzato piu’ di altri negativamente da questa congiuntura. Per questo “servono misure urgenti per ridurre e stabilizzare il livello dei prezzi dei prodotti petroliferi per le imprese e i consumatori”. Come? “Rimodulando le accise sugli oli minerali (benzine e prodotti petroliferi) con definizione di aliquote che variano con funzione anticiclica”.

Cosa che “avrebbe ricadute macroeconomiche positive per due ordini di motivi: in primo luogo, una maggiore stabilita’ dei prezzi consentirebbe un migliore funzionamento del mercato dei prodotti petroliferi e di limitare i comportamenti dei gestori dei punti di vendita che tendono a variare i prezzi con logiche opportunistiche. In secondo luogo, la stabilita’ dei prezzi favorisce i consumatori negli acquisti a motivo della migliore prevedibilita’ dei prezzi. Si consente, inoltre, all’amministrazione centrale un migliore grado di controllo del gettito che viene in parte disaccoppiato dagli andamenti dei prezzi sui mercati internazionali”. (segue)

(Ver/Col/Adnkronos)