CINA: CHINA CONSTRUCTION BANK, PRESIDENTE LASCIA PER 'MOTIVI PERSONALI'
CINA: CHINA CONSTRUCTION BANK, PRESIDENTE LASCIA PER 'MOTIVI PERSONALI'
WSJ, SISTEMA BANCARIO CINESE CONTINUA A ESSERE PIENO DI CONTRADDIZIONI

Hong Kong, 17 mar. (Adnkronos/Marketwatch) - China Construction Bank, il secondo istituto di credito piu’ grande del gigante asiatico ha rotto il silenzio seguito per molte ore dopo l’inaspettata uscita di scena del presidente Zhang Enzhao, affermando che il manager ha rassegnato le dimissioni per “ragioni personali”. Nessun accenno ttutavia e’ stato fatto alle presunte indagini su Zhang per corruzione, rivelate ieri da alcuni media.

Con il suo stringato comunicato inserito ieri sera sul sito web, la banca, secondo il Wall Street Journal, ha messo in luce una grande contraddizione che continua a caratterizzare il sistema bancario cinese: sebbene Pechino stia spingendo le banche statali a diventare piu’ trasparenti e ad adottare moderni metodi di gestione, le decisioni importanti sono ancora prese in segreto dal partito comunista cinese e non dai consigli di amministrazione delle banche stesse. (segue)

(Mdm/Gs/Adnkronos)