CISL: VERSO CONGRESSO, DA PLURALISMO CONVERGENTE AD AUTONOMIA SINDACATO
CISL: VERSO CONGRESSO, DA PLURALISMO CONVERGENTE AD AUTONOMIA SINDACATO
PEZZOTTA, CON CGIL SIAMO COME I PORCOSPINI D'INVERNO

Roma, 17 mar. - (Adnkronos) - Dal pluralismo convergente con la Cgil all’autonomia del sindacato nel rapporto con i partiti politici, passando dal pacificismo all’Africa, dal Welfare all’Europa. Sara’ un congresso a tesi quello che si aprira’ a Roma per la Cisl. “Tesi aperte al dibattito congressuale approvate dal Consiglio generale all’unanimita’”, spiega il leader della Cisl, Savino Pezzotta che non nasconde come proprio i rapporti , fino ad oggi burrascosi, con i cugini della Cgil e la ricerca di un ruolo nuovo per il sindacato schiacciato da un sistema sempre piu’ bipolare, saranno uno dei punti piu’ importanti dell’assise di luglio prossimo chiamata a disegnare la Cisl del futuro.

Un rapporto quello con la confederazione di Corso Italia che mira piu’ ad un “pluralismo convergente”, come lo definisce Pezzotta, che all’unita’. “Abbiamo vissuto momenti di profonde lacerazioni ma alla fine ci troviamo a riprendere il confronto, il dialogo e a ricercare punti comuni. Dopo aver cercato ognuno di imporre il proprio modello come unico e’ quello di renderci conto che il pluralismo e’ una realta’ con cui confrontarsi senza pretese di ridurre il tutto ad una sola realta’ “, dice indicando il nuovo obiettivo: la convergenza tra sindacati al posto dell’unita’. E per dare concretezza al concetto Pezzotta cita l’esempio dei porcospini d’inverno,”che hanno necessita’ di stare vicini per scaldarsi ma finiscono con il pungersi fino a che capiscono che devono restare distinti ma non troppo distanti”. (segue)

(Tes/Pn/Adnkronos)