DL OMNIBUS: DS, SVENTATO TENTATIVO CDL DI OCCUPARE LA PA
DL OMNIBUS: DS, SVENTATO TENTATIVO CDL DI OCCUPARE LA PA

Roma, 17 mar. - (Adnkronos) - “Uno scatto d’orgoglio del Parlamento, una vittoria dell’opposizione e di alcuni deputati della maggioranza che si sono rifiutati di cancellare criteri di trasparenza e di garanzia per i cittadini nella gestione della pubblica amministrazione”. Cosi’ Roberto Guerzoni, capogruppo Ds in commissione Lavoro, commenta gli emendamenti presentati sia dal centrosinistra che dall’Udc su cui il governo e’ stato battuto in Aula nel corso delle votazioni in Aula alla Camera sul decreto omnibus.

“Con il voto di oggi -ha aggiunto- abbiamo sventato il tentativo di promuovere ai posti di vertice della pubblica amministrazione molti di coloro che erano entrati per cooptazione della maggiorazna stessa senza criteri concorsuali e selettivi. Sostanzialmente -spiega Guerzoni- il centrodestra, ma per fortuna qualcuno si rifiutato di dire s, avrebbe voluto che il tempo del passaggio dalla seconda alla prima fascia, che oggi avviene dopo cinque anni di permanenza, fosse ridotto a tre e a prescindere dal fatto di appartenere ai ruoli della dirigenza. A tre anni dall’inizio della legislatura e quindi dal cambio dei vertici con le regole dello “spoil system” estese in modo abnorme, si capisce che molti dei dirigenti di prima fascia sarebbero stati coloro che sono stati scelti dalla maggioranza politica. Tutto ci in barba a qualsiasi rispetto del dettato costituzionale e della pubblica amministrazione che, riteniamo, debbano sempre restare al servizio dei cittadini e non del potere dei partiti”.

(Sec-Ver/Pn/Adnkronos)