FISCO: IRAP - MUSI, A VOLTE QUESTA EUROPA CI SORPRENDE
FISCO: IRAP - MUSI, A VOLTE QUESTA EUROPA CI SORPRENDE
NESSUNO PENSI SCARICARE COSTI EVENTUALE MODIFICA SU STATO SOCIALE

Roma, 17 mar. (Adnkronos) - “Quando l’Irap fu introdotta, sostituendo la contribuzione sanitaria, l’accoglienza fu entusiastica poich quell’imposta avrebbe ridotto sensibilmente –come poi si verificato- il costo del lavoro per le imprese. Oggi ci si accorge improvvisamente che fu una norma mal pensata e che lederebbe la competizione europea. A volte anche questa Europa ci sorprende”. E’ il segretario generale aggiunto della Uil, Adriano Musi, a commentare cosi’ le valutazioni dell’Avvocato Generale della Corte di Giustizia europea sull’Irap.

E, rivolto al governo che ha annunciato l’intenzione di voler ripensare l’imposta, avverte: ”Sia ben chiaro, se bisogner ripensare l’Irap, nessuno pensi o di privatizzare ulteriormente lo stato sociale o di scaricare sui lavoratori dipendenti e i pensionati il maggior costo che ne deriverebbe, nella consapevolezza che queste categorie non sono disposte a pagare una lira in pi di quanto oggi gi pagano al fisco”. (segue)

(Tes/Pe/Adnkronos)