LAVORO: 60 GIOVANI SU 100 SI LAUREANO IN RITARDO DI 3 ANNI (2)
LAVORO: 60 GIOVANI SU 100 SI LAUREANO IN RITARDO DI 3 ANNI (2)
SOLO 6,1% RAGAZZI LASCIA FAMIGLIA

(Adnkronos/Labitalia) - Tra il 1983 e il 2000, la percentuale di giovani che escono dalla famiglia si e’ dimezzata, passando dal 13,5% al 6,1%. Se nel 1983 si usciva di casa soprattutto nella fascia di eta’ compresa fra i 21 e 24 anni, oggi la soglia si e’ alzata a 30-34 anni. Il 60% dei giovani si sposa tra i 30 e i 34 anni. Si finiscono, inoltre, gli studi sempre piu’ tardi: nel 2000 quasi il 70% tra i 25 e i 29 anni rispetto al 53% del 1992. E, di conseguenza, cresce la percentuale dei giovani che entra nel mondo del lavoro in questa stessa fascia d’eta’ (nel 1992 era il 50% e nel 2000 il 57%).

Nello stesso periodo, e’ diminuito di circa il 10% il tasso di occupazione fra i 15 e i 24 anni, con punte che arrivano a -19% nel Mezzogiorno. E’ aumentato, invece, del 3,5% il tasso di occupazione nella fascia d’eta’ fra i 25 e i 29 anni. La contrazione dell’occupazione giovanile e’ molto sensibile al Sud, con percentuali simili per donne e uomini (-19,9% e -18,7%). (segue)

(lab/Gs/Adnkronos)