P.I.: MARONI, UN CONTRATTO SI' MA NON A QUALSIASI COSTO
P.I.: MARONI, UN CONTRATTO SI' MA NON A QUALSIASI COSTO

Padova, 17 mar. (Adnkronos) - “Noi auspichiamo che il contratto si chiuda. Per non si pu chiudere a qualunque condizione”. Cos il ministro del Welfare, Roberto Maroni spiega la posizione del governo sul rinnovo del contratto del pubblico impiego, alla vigilia dello sciopero generale del settore in programma domani.

“Nel 2004 -sottolinea Maroni in occasione di un incontro elettorale a Padova- c’ stato il rinnovo per una trentina di contratti nel settore privato, con un aumento mensile da 60 a 93 euro lordi. Noi partiamo -sottolinea Maroni- offrendo per il pubblico impiego un aumento di 95 euro mensili. Superiore quindi a tutti i contratti privati. I sindacati chiedono 105-110 euro, cosa impossibile -avverte il ministro del Welfare- perch ogni euro di aumento costa alle casse dello Stato e ai contribuenti 63 mln di euro l’anno”.

“Siccome questi soldi non ci sono -avvetre infine il ministro- per trovarli bisognerebbe aumentare le tasse e non mi sembra francamente il momento di aumentare la pressione fiscale”. Cos, per Maroni, “o si chiude cos o io non credo sia utile andare oltre”.

(Dac/Opr/Adnkronos)