BANCHE: PER 6 PSICOLOGI SU 10 PROVOCANO PIU' STRESS DI TASSE E SUOCERA (6)
BANCHE: PER 6 PSICOLOGI SU 10 PROVOCANO PIU' STRESS DI TASSE E SUOCERA (6)

(Adnkronos)- Andare in banca? Forse meglio fare scorta di tranquillanti. La deve pensare cosi’ una buona fetta dei titolari di conti correnti. I litigi agli sportelli sono infatti all’ordine del giorno. Ma da cosa sono scatenate le urla dei clienti? In testa alla classifica delle lamentele e degli atteggiamenti che gli italiani proprio non mandano giu’ c’e’ la poca disponibilita’ di chi sta al di la’ degli sportelli (27%), cosi’ come l’arroganza che spesso manifestano gli operatori (21%). Senza dubbio e’ all’origine di molte sfuriate la lentezza per fare le operazioni piu’ semplici ed il disinteresse degli operatori sulle singole problematiche del cliente (rispettivamente 16% e 15%). Allo stesso modo la scarsita’ delle spiegazioni e le indicazioni poco chiare sono come il drappo rosso che il torero sventola davanti al toro (13%).

Ma i tranquillanti non servono solo per evitare di trasformare la banca in un vero ring di boxe, ma anche per superare le paure, consce o inconsce che siano, che sempre piu’ spesso vengono associate alle banche. Questo disagio nei confronti degli istituti di credito, unite alla situazione economica non certo favorevole, fanno si’, infatti, che il semplice recarsi in banca per una qualsiasi operazione, si trasformi in un motivo di paure. Quali le piu’ frequenti? Anche se non si tratta di prelievi ingenti, l’idea di uscire da una banca con dei contanti fa immediatamente scattare il timore di scippi e rapine (38%). Ecco allora ad industriarsi per cercare nascondigli dove celare e mettere al sicuro il denaro. (segue)

(Sef/Opr/Adnkronos)