FOCUS: CINA, ULTIMO SCANDALO BANCARIO RIAPRE DIBATTITO RIFORMA SETTORE (2)
FOCUS: CINA, ULTIMO SCANDALO BANCARIO RIAPRE DIBATTITO RIFORMA SETTORE (2)

(Adnkronos/Marketwatch) - La determinazione del governo in questo senso, tra l’altro, e’ emersa con chiarezza proprio in questo ultima vicenda. Nominando immediatamente Guo Shuqing, uno dei piu’ importanti funzionari cinesi del sistema di controllo bancario, nonche’ vice governatore della banca centrale, al comando ddo Ccb, Pechino ha inviato un segnale chiaro, ovvero che intende rafforzare ulteriormente i controlli e miglorare il ‘management’ del sistema bancario del paese.

Allo stesso tempo, la Cina vuole chiaramente mandare un messaggio rassicurante agli investitori stranieri, in vista della prevista quotazione della banca nei mercati azionari di Shanghai e Hong Kong, un’operazione che dovrebbe raccogliere fino a 10 miliardi di dollari, certamente preziosi per proseguire il processo di risanamento della banca.

Proprio pochi giorni fa, prima di essere nominato responsabile di partito nella banca in questione, lo stesso Guo, che e’ anche membro del piu’ importante organo consultivo del paese, la Conferenza politico-consultiva del popolo cinese, aveva affermato che la vitale riforma delle banche statali non sara’ certamente posticipata per via degli scandali degli ultimi anni scoppiati nelle grandi banche. Ovvero istitutti come Ccb, che ha gia’ assistito a quatro casi di appropriazione indebita ed e’ stata ribattezzata ironicamente dall’Economist in un artitolo di questa settimana come ‘China Corruption Bank’ e come Bank of China (Boc). (segue)

(Mdm/Opr/Adnkronos)