BANCHE: D'ALEMA, SI' A INTEGRAZIONE ITALIA-UE MA CON RECIPROCITA'
BANCHE: D'ALEMA, SI' A INTEGRAZIONE ITALIA-UE MA CON RECIPROCITA'

Roma, 23 mar. (Adnkronos) - “Io sono per il mercato ma il problema quello che ci siano le condizioni per avere una integrazione di mercato italiano ed europeo che abbia reciprocit e che il mercato non significhi che le banche italiane vengono controllate via via da quelle straniere: questo sarebbe preoccupante per la perdita di peso del nostro Paese”. Massimo D’Alema, nel corso di ‘Porta a Porta’ commenta in questi termini la vicenda Unipol. “Io sono a favore di una integrazione economica tra Europa e Italia, l’importante che le grandi banche non abbiano le direzioni in Spagna, Francia o Germania e a noi restano solo le filiali”, ha aggiunto D’Alema.

Per il presidente Ds, “Unipol un grande gruppo assicurativo, molto cresciuto, e gestito in modo professionale da manager di massimo livello che agiranno secondo i propri interessi. Su questa vicenda, non ho parere e il mio parere non conta nulla”.

(Gmg/Opr/Adnkronos)