BANCHE: SINDACATI, CONTENDIBILITA' E' FATTORE POSITIVO
BANCHE: SINDACATI, CONTENDIBILITA' E' FATTORE POSITIVO

Roma, 23 mar. (Adnkronos) - “La contendibilit della propriet delle aziende di credito, secondo principi di reciprocit, nel rispetto delle normative nazionali e comunitarie, nonche’ degli obblighi di trasparenza nei confronti degli azionisti di minoranza e dell’azionariato diffuso, e’ un fenomeno positivo”. Lo scrivono in una nota le segreterie nazionali Falcri, Fiba-Cisl, Fisac-Cgil, Uilca e Dircredito, rilevando che tale fenomeno “introduce ulteriori elementi di trasparenza e di certezza per tutti i risparmiatori ed investitori in un settore nel quale non operano i retaggi proprietari feudali del comparto manifatturiero con le sue strutture piramidali, scatole cinesi, patti di sindacato finalizzati a garantire il controllo senza adeguati livelli di possesso azionario”.

La questione di fondo non riguarda, dunque, “la contendibilit ma le strategie delle aziende di credito comprese le banche europee offerenti. Sulle prospettive strategiche del sistema bancario italiano, le nostre organizzazioni sindacacli hanno condiviso con l’Abi, il 16-6-2004 un Protocollo di principi ed orientamenti importanti finalizzato ad uno sviluppo socialmente ed ambientalmente sostenibile e compatibile ed all’approdo alla responsabilit sociale ed alla difesa degli interessi di tutti gli stakeholder, non solo degli azionisti, come opzione strategica delle banche. Con questa impostazione dovranno confrontarsi tutte le aziende che intendono intervenire nel mercato finanziario italiano a partire dalla valorizzazione della qualit delle risorse umane, l’assett intangibile fondamentale, dalle garanzie occupazionali, dalla qualit delle relazioni con la clientela, dal rapporto delle banche italiane con le economie di riferimento e dal loro sviluppo”. (segue)

(Sec/Rs/Adnkronos)