FS: TEDESCO (CISL), LAVORATORI VOGLIONO FATTI NON PAROLE
FS: TEDESCO (CISL), LAVORATORI VOGLIONO FATTI NON PAROLE

Roma, 23 mar. (Adnkronos)- Botta e risposta tra Fs e sindacati sullo sciopero proclamato per l’11 aprile. All’azienda che ha definito ‘’gfrave’’ la decisione di indire questa nuova protesta arriva immediata la replica dal fronte sindacale. ‘’Fatti non parole. Di questo hanno bisogno i lavoratori per delineare uno scenario di certezze nel Gruppo FS, promuovendo un coerente sviluppo del trasporto ferroviario e quello di tutti i lavoratori’’, ribatte il segretario nazionale della Fit-Cisl quanto Vito Tedesco. ‘’Incomprensibile – ribadisce – la posizione dell’azienda, contraddistinta da atteggiamenti ondivaghi che di volta in volta contrastano con quanto sostenuto negli incontri con tutto il management’’.

‘’Si chiedano le FS – sottolinea Tedesco – perch il confronto sulle strategie e sui grandi temi della politica ferroviaria trovi partecipi e convinti i sindacati, mentre i tavoli della trattativa sono scanditi da posizioni inconcibiliabili, di ruvida intransigenza o di netta chiusura ora sull’uno ora sull’altro dei temi affrontati. Il sindacato ritiene il confronto indispensabile e fondamentale per un corretto sviluppo delle relazioni industriali in una crescita generalizzata delle Ferrovie, ma questo deve tradursi in un atteggiamento improntato al dialogo che ben lontano dalla prassi esercitata in questi mesi dalle Fs’’. (segue)

(Sec-Mcc/Col/Adnkronos)