UE: VERHEUGEN, SU DIRETTIVA BOLKENSTEIN MALINTESI INTERPRETATIVI
UE: VERHEUGEN, SU DIRETTIVA BOLKENSTEIN MALINTESI INTERPRETATIVI
SIAMO DISPOSTI AD ASCOLTARE FRANCIA E GERMANIA

Roma, 23 mar. - (Adnkronos) - “Sulla direttiva ci sono malintesi interpretativi e problemi di comunicazione. E’ troppo facile accusare Bruxelles di tutto quello che non va bene in Europa, dipingerci come un mostro burocratico e iper-regolatore. E poi non si pu imputare a una direttiva che non c’ la perdita di posti di lavoro”. Lo dichiara, in un’intervista a ‘il Sole24Ore’, Gunther Verheugen, vicepresidente della Commissione europea per la politica industriale e di competitivit, in riferimento al provvedimento Ue sulla liberalizzazione dei servizi, la cosiddetta ‘direttiva Bolkenstein’.

“Abbiamo detto chiaramente -spiega Verheugen- che intendiamo ascoltare le preoccupazioni dei paesi membri e cambiare la direttiva, soprattutto per quanto riguarda servizi pubblici e timori di dumping sociale”, i temi che maggiormente preoccupano Francia e Germania. Secondo il vicepresidente della Commissione Ue i due grandi Paesi europei sono ingiustificatamente sulla difensiva in questa vicenda: “Proprio uno studio francese -afferma Verheugen- dimostra che solo il 4% dei posti persi in Francia derivato dalle delocalizzazioni”.

(Tgl/Pn/Adnkronos)