USA: TASSI INTERESSE- STEVE HANKE, IL FUTURO RISERVA NUOVI AUMENTI
USA: TASSI INTERESSE- STEVE HANKE, IL FUTURO RISERVA NUOVI AUMENTI
L'ECONOMISTA, SAREMO IN EQUILIBRIO CON CALO SPESA PUBBLICA

Roma, 23 mar. - (Adnkronos) - “Alan Greenspan si sente pi sicuro, sta portando l’America lontano dalle cattive acque e non si fermer fino a quando non avr raggiunto un livello dei tassi che considera naturale. La lettura del comunicato finale ci fa capire che possiamo attenderci in futuro decisioni analoghe con incrementi simili del valore di un quarto di punto. Fino a quando non arriveremo ad un livello neutrale dei tassi”. Lo ha dichiarato a ‘La Stampa’ Steve Hanke, l’economista della Johns Hopkins University ed ex-collaboratore del presidente Reagan, esprimendo la sua opinione sulla decisione presa ieri dalla Federal Reserve di rialzare i tassi di interesse negli Stati Uniti, portandoli al 2,75%.

“Il timore originale -sostiene Hanke- era la pressione deflattiva. L’operazione di Greenspan possiamo dire che riuscita perch quel timore non c’ pi ed anzi adesso la preoccupazione data dalla presenza dell’opposto, un livello minimo di inflazione. Greenspan -conclude- vuole una riduzione della spesa per arrivare ad un contenimento del deficit che continua a pesare sulla salute dell’economia”.

(Vib/Pn/Adnkronos)