IRAQ: WOLFOWITZ, NON SONO FRA GLI INGENUI CHE NON AVEVANO PREVISTO RESISTENZA
IRAQ: WOLFOWITZ, NON SONO FRA GLI INGENUI CHE NON AVEVANO PREVISTO RESISTENZA
SONO DEL TUTTO IN GRADO DI TRARRE LEZIONI DAGLI ERRORI, COMPRESI I MIEI

Washington, 23 mar. (Adnkronos) -Il vice segretario della Difesa americano, Paul Wolfowitz, assicura di ‘’non essere fra coloro’’ che nell’Amministrazione Bush non avevano previsto la resistenza alle forze americane in Iraq, dopo la caduta del regime di Saddam Hussein. In un’intervista al quotidiano francese Le Monde, il candidato degli Stati Uniti alla presidenza della Banca mondiale, che comunemente viene descritto come l’architetto dell’intervento militare per la destituzione del rais iracheno, non vuole entrare nei dettagli dell’operazione Iraqi Freedom, tirandosi fuori d’impiccio definendo la questione ‘’un tema molto complesso’’.

‘‘Il punto cruciale e’, francamente, che molte persone, fra cui non vi sono io, sono state ingenue circa la capacita’ di resistenza del regime di Saddam Hussein. Hanno pensato che i partigiani non avrebbero combattuto’’. State dicendo che lei non e’ stato un ingenuo?, gli chiede l’intervistatore. ‘’Si (non lo sono, ndr). Non penso di essere mai stato un ingenuo . Ho sempre identificato le sconfitte che devono affrontare i regimi post-dittatoriali una volta che devono affrontare quello che sussiste. Noi sappiamo che Saddam Hussein ha continuato a combattere, fino al momento della sua cattura nel dicembre del 2003 e i suoi uomini continuano a farlo’’, dichiara Wolfowitz, a cui era stato dato il soprannome di velociraptor,un dinosauro molto cattivo e veloce nello schiacciare la sua preda.

‘’(L’Iraq, ndr) e’ un tema molto vasto, ora mi voglio concentrare su questa nuova grande sfida della Banca mondiale: Ma lasciatemi comunque dire che sono del tutto in grado di trarre lezioni a partire dagli errori, inclusi i miei. Credo veramente che quello che i militari chiamano ‘’le lezioni assimilate’’ siano della maggiore importanza. Bisogna praticare questi esercizi con la piu’ grande onesta’ e in uno spirito di autocritica, ma e’ un tema molto complicato’’, taglia corto ‘velociraptor’.

(Tel/Opr/Adnkronos)