ALIMENTI: COLDIRETTI MARCHE, SI' A IGP PER CIAUSCOLO SE PRODOTTO CON CARNI LOCALI (2)
ALIMENTI: COLDIRETTI MARCHE, SI' A IGP PER CIAUSCOLO SE PRODOTTO CON CARNI LOCALI (2)
SALAME MORBIDO LEGATO A TRADIZIONE PASQUALE, FORSE DERIVA DAL PATE' FRANCESE

(Adnkronos) - Il ciauscolo e’ un salume ‘morbido’, la cui caratteristica e’ di poter essere spalmato. Polpa della spalla, prosciutto e pancetta del maiale vengono macinate finemente assieme a una parte di grasso. All’impasto vengono quindi aggiunti sale, pepe, aglio pestato nel mortaio e vino cotto. Il tutto viene insaccato nel budello gentile, affumicato facendo bruciare bacche di ginepro e stagionato. Le zone tradizionali di produzione del ciauscolo sono quelle della provincia di Macerata e di parte di quelle di Ascoli e Ancona.

Le origini del ciauscolo sono ancora oggi oggetto di discussione, cosi’ come quelle del nome, che alcuni vorrebbero derivato dalla parola latina ‘cibusculum’, piccolo cibo. La somiglianza del prodotto con il pate’ francese avvalora l’ipotesi che ad introdurlo nelle Marche territorio siano stati i Galli Senoni. Durante la conquista romana, essi furono costretti a riparare in montagna e qui il pate’ divenne ciauscolo. Nella tradizione, veniva consumato soprattutto durante le festivita’ pasquali, offerto al parroco che andava a benedire le case. Al pari di altri salumi, poteva anche essere utilizzato come moneta di scambio.

(Ama/Rs/Adnkronos)