FRANCIA: CONSOB FRANCESE AVVIA INDAGINE SU RHODIA
FRANCIA: CONSOB FRANCESE AVVIA INDAGINE SU RHODIA
SOTTO OSSERVAZIONE BILANCI '99-2002, NEL CDA C'ERA L'ATTUALE MINISTRO DELL'ECONOMIA BRETON

Parigi, 26 mar. - (Adnkronos) - Dopo le polemiche che hanno spinto il ministro dell’Economia francese Herve’ Gaymard a rassegnare le dimissioni un mese fa, questa volta in difficolta’ potrebbe essere il nuovo ministro Thierry Breton. L’Autorita’ dei mercati finanziari (Amf), la Consob francese, ha infatti avviato una procedura d’indagine contro ignoti sulla veridicita’ dei conti emessi tra il 1999 e il 2002 dal gruppo chimico francese Rhodia, nel periodo in cui Breton era membro del cda. L’indagine e’ stata avviata dalla Consob francese dopo le denunce depositate nel 2003 da due azionisti di minoranza l’investitore finanziario Hughes de Lasteyrie e da Edouard Stern, il banchiere francese ucciso il 28 febbraio scorso a Ginevra in Svizzera.

Ieri, riferisce il quotidiano francese ‘Le Figaro’, Rhodia ha confermato l’avvio di una indagine da parte della Consob francese. L’indagine, ha sottolineato la societa’ presieduta da Jean-Pierre Clamadieu, ‘’e’ stata avviata per presentazione di conti inesatti, diffusione di informazioni false sulla situazione di un emittente quotato su un mercato regolamentato, insider trading’’. Il dossier che e’ stato aperto il 21 ottobre 2004 e’ attualmente nelle mani di due giudici, Henri Pons e Jean-Marie d’Huy. Il 14 marzo scorso e’ stata effettuata una perquisizione all’Irr, la societa’ di investimento di Edouard Stern. All’epoca dei fatti il numero uno di Rhodia era Jean-Pierre Tirouflet. Clamadieu e’ diventato, infatti, numero uno del gruppo il 3 ottobre 2003. (segue)

(Eca/Ct/Adnkronos)