RIFIUTI: LEGAMBIENTE, LIVELLI SEMPRE PIU' ALLARMANTI PER L'ILLEGALITA' AMBIENTALE NEL LAZIO
RIFIUTI: LEGAMBIENTE, LIVELLI SEMPRE PIU' ALLARMANTI PER L'ILLEGALITA' AMBIENTALE NEL LAZIO
NELLA REGIONE IL 9% DEGLI ILLECITI D'ITALIA

Roma, 2 mag. (Adnkronos) - Dopo l’ennesima vasta operazione dei carabinieri questa mattina contro il traffico di rifiuti pericolosi a Viterbo, Legambiente Lazio ricorda i dati dell’ultimo Rapporto Ecomafie: terzo posto in Italia per il Lazio per le infrazioni nel ciclo dei rifiuti (discariche abusive, bolle false per traffico rifiuti, dati 2003) con 157 infrazioni, pari al 9% del totale nazionale, con un'impennata rispetto al 2002 in cui la nostra regione si collocava al 5 posto, con 110 reati. La crescita esponenziale.

‘‘Tornano ciclicamente da un po’ di tempo fatti gravissimi per il traffico dei rifiuti nel Lazio, con livelli sempre pi allarmanti per l’illegalit ambientale. -dichiara Lorenzo Parlati, Presidente di Legambiente Lazio- Il lavoro svolto dalle Procure e dalle forze dell'ordine anche in questo caso stato davvero prezioso ed ha consentito di portare ad un risultato importante. Ora i luoghi vanno subito bonificati, ripristinati’’.

‘’Ma -sottolinea- il ruolo delle Ecomafie a preoccuparci molto, visto che crescono le illegalit legate al ciclo dei rifiuti mettendo un pesante segno sul futuro delle politiche ambientali nella nostra Regione. Una situazione che richiede una nuova centralit alle politiche su questi temi della Regione Lazio, come ben chiaro sui rifiuti, dove il Lazio commissariato inutilmente da anni’’.

(Fnr/Gs/Adnkronos)