VATICANO: GUARDIE SVIZZERE, PRIMO GIURAMENTO SOTTO BENEDETTO XVI (2)
VATICANO: GUARDIE SVIZZERE, PRIMO GIURAMENTO SOTTO BENEDETTO XVI (2)
IL COMANDANTE, RATZINGER DA CARDINALE ERA IL NOSTRO ''VICINO'' DI CASA

(Adnkronos) - Le guardie svizzere hanno sovente dovuto darsi da fare per proteggere Giovanni Paolo II di fronte alle manifestazioni di affetto talvolta eccessive dei fedeli. Il Papa polacco amava molto il contatto con la folla nelle udienze sulla Piazza San Pietro. Ma proprio approfittando di una di quelle udienze, il 13 maggio 1981, il turco Ali Agca gli spar.

Il nuovo pontefice, che si trova a Roma dal 1981, una vecchia conoscenza delle guardie svizzere. Quando era cardinale Joseph Ratzinger aveva il suo appartamento di fronte alla nostra caserma. Passava tutti i giorni davanti a noi e ci parlava. Era il nostro vicino, spiega Mder.

Delle trenta nuove guardie, una italofona, una di lingua retoromancia, tre di lingua francese e le altre 25 di lingua tedesca. Il pi piccolo esercito del mondo conter 110 uomini, ossia il numero massimo di effettivi previsto. Come tradizione vuole, le nuove guardie presteranno giuramento nel cortile di San Damaso, che normalmente viene usato per l’ingresso delle personalit e delle visite di Stato all’appartamento papale e alla Segretaria di Stato. (segue)

(Nik/Gs/Adnkronos)