IRAQ: COSSIGA, PREMIER DICHIARI INSODDISFAZIONE CON USA SU CASO CALIPARI (3)
IRAQ: COSSIGA, PREMIER DICHIARI INSODDISFAZIONE CON USA SU CASO CALIPARI (3)
SOLO NEGANDO CHE SIA ZONA DI COMBATTIMENTO SI POTEVANO TENERE STATI UNITI ALL'OSCURO

(Adnkronos) - Una zona, ricorda Cossiga, di “operazioni militari in cui sono ancora impegnate le forze della coalizione sotto il ‘multilateral forces command’, ci che quindi richiederebbe ad avviso degli americani una stretta collaborazione di tutte le attivit svolte dalle singole forze nazionali, comprese quelle di intelligence, ed una continua mutua informazione con idonei sistemi di comunicazione, il che avrebbe richiesto una piena reciproca informazione anche in relazione all’operazione Sgrena ed alle sue modalit”.

Secondo l’ex capo dello Stato “solo negando infatti che il territorio iracheno sia ‘combat zone’ o affermando che le unit militari italiane non si sentono impegnate comunque in operazioni militari, si pu difendere la tesi che legittimamente il governo italiano ha trattato la liberazione della Sgrena come un national issue, un ‘affare privato’, senza dovere alcuno di informativa verso il ‘multilateral forces command’, ancorch un generale dell’esercito italiano ne faccia parte in qualita’ di ‘deputy commander’, anche se evidentemente solo a titolo ‘cerimoniale’. (segue)

(Pol-Fan/Col/Adnkronos)