IRAQ: PRODI, ACCELERARE RIFLESSIONE SU PRESENZA ITALIANA
IRAQ: PRODI, ACCELERARE RIFLESSIONE SU PRESENZA ITALIANA
NON C'E' LEGAME DIRETTO TRA VICENDA CALIPARI E RITIRO TRUPPE

Roma, 4 mag. (Adnkronos) - La vicenda Calipari deve indurre il governo e le forze politiche a riflettere sulla presenza italiana in Iraq. Questo il pensiero di Romano Prodi alla vigilia del dibattito parlamentare sulla morte del funzionario del Sismi. ‘’Un legame diretto tra la morte di Calipari e il ritiro delle truppe non ha ragion d’essere. Questa e’ l’ennesima simostrazione -ha affermato il leader dell’Unione- che la guerra e’ cosi’ e che questo triste episodio non aggiunge e non toglie niente a cio’ che sapevamo gia’. Tuttavia, ogni giorno che passa ci accorgiamo quanta influenza abbia avuto questa vicenda sull’opinione pubblica italiana’’.

La morte del funzionario del Sismi ha aperto, secondo il professore, ‘’il problema del senso e della durata della missione anche all’interno della Cdl. Ritengo sia in sostanza un episodio che costringe tutti ad accelerare la riflessione su come concludere la missione italiana in Iraq. In particolare credo che il centrosinistra debba riflettere su questa cosa, prima di trovarsi di fronte -conclude Prodi- ad una improvvisa decisione del governo di ritirare le truppe’’.

(Ruf/Col/Adnkronos)