SIAE: MIGLIACCI, PARLAMENTO TRASFORMATO IN TRIBUNALE (2)
SIAE: MIGLIACCI, PARLAMENTO TRASFORMATO IN TRIBUNALE (2)

(Adnkronos) - “Ho letto in queste ore la relazione dell’on. Barbieri alla Commissione Cultura della Camera, che e’ chiamata a esprimere un parere non vincolante sulla mia nomina e che non ha ritenuto di dover rispondere a una richiesta di audizione da parte della maggioranza dei membri dell’assemblea -dice Migliacci-. Sono stupefatto e avvilito dell’accanimento e delle inesattezze, omissioni e improprieta’ tecniche che pretestuosamente hanno trasformato un’aula parlamentare in un’aula di tribunale”.

“Il mio silenzio di questi mesi, nonostante gli attacchi ignobili alla mia persona, testimonia la mia fede incrollabile nelle istituzioni di questo Paese, che ho con onore e con amore rappresentato in tutto il mondo con le mie opere. E’ inutile ricordare le lettere di affetto e di solidarieta’ ricevute da tutte le societa’ sorelle del mondo, che assistono, parimenti stupefatte, a quella che si sta rivelando un’occupazione politica della Societa’. Il mio primo pensiero va alle migliaia di dipendenti della Siae e ai mandatari, che stanno vivendo momenti drammatici -prosegue-, privati come sono di ogni certezza nella gestione e nella guida dell’Ente.Mi auguro che il nuovo Ministro dei beni culturali, la Presidenza del Consiglio e la Presidenza della Repubblica pongano rapidamente fine a questo valzer triste e grottesco -conclude Migliacci-, ripristinando la volonta’ e l’autonomia degli associati”.

(Inf-Com/Col/Adnkronos)