SIAE: MIGLIACCI, PARLAMENTO TRASFORMATO IN TRIBUNALE
SIAE: MIGLIACCI, PARLAMENTO TRASFORMATO IN TRIBUNALE

Roma, 4 mag. (Adnkronos) - “Mentre Ella Fitzgerald incideva il mio Volare, mentre lo scrivevo con Mimmo Modugno e mentre lo riascoltavo dalle voci di David Bowie, Dean Martin, Bono, Pavarotti, Paul McCartney e di tanti altri artisti in tutto il mondo, mai avrei immaginato di dovermi difendere e di dover provare la mia competenza e la mia compatibilita’ con il massimo ruolo elettivo all’interno della Societa’ degli autori e degli editori, di cui faccio parte da cinquant’anni”. Cosi’, Franco Migliacci interviene nella polemica accesasi sulla sua conferma alla presidenza fin ora non ratificata dal governo, “dopo cinque mesi di silenzio dalla conferma della mia nomina a presidente da parte dell’assemblea degli associati, organo sovrano della Siae, e di quella degli altri consiglieri designati, di fronte alle inspiegabili latitanze istituzionali che continuano a ritardare la ripresa della normale vita associativa della casa della cultura italiana’’. (segue)

(Inf-Com/Col/Adnkronos)