INDUSTRIA: BIANCHI, PUNTIAMO SUL TERZIARIO MA DECIDIAMO QUALE
INDUSTRIA: BIANCHI, PUNTIAMO SUL TERZIARIO MA DECIDIAMO QUALE
L'ECONOMISTA, E' UN PROBLEMA FISIOLOGICO

Roma, 10 mag.(Adnkronos) - “La terziarizzazione dell’economia italiana un processo fisiologico e necessario. E’ per indispensabile definire a questo punto quale industria e quale terziario vogliamo avere”. Lo afferma in un’intervista a ‘Il Sole 24Ore’ Patrizio Bianchi, economista e rettore dell’Universit di Ferrara, commentando cos i dati del 2005 del Rapporto Unioncamere.

“Non si tratta di un dato preoccupante -spiega l’economista la quotidiano economico- ci allineiamo con l’Europa. Partiamo infatti da percentuali di manifatturiero maggiori rispetto ad altri Paesi. Ma va chiarito subito che tipo di industria intendiamo avere e che tipo di terziario. Il problema del paese infatti legato al basso profilo produttivo nell’industria e nei servizi. Serve concentrarsi su attivit ad alto valore aggiunto, avanzato”, constata il rettore.

“E Bianchi conclude sottolineando che “per diventare pi competitivi occorrerebbe una definizione e un potenziamento della struttura logistica, politiche di recupero urbano e ambientale: scelte di politica industriale che non vanno confuse con dazi e incentivi”.

(Mrc/Col/Adnkronos)