P.I.:CISL, SINISCALCO SCARICA SU LAVORATORI INCAPACITA' GOVERNO
P.I.:CISL, SINISCALCO SCARICA SU LAVORATORI INCAPACITA' GOVERNO
NESSUNO SCAMBIO CON CONFINDUSTRIA

Roma, 10 mag. - (Adnkronos) - “E’ inaccettabile che dopo quasi due anni di latitanza, il Ministro dell’Economia Siniscalco tiri fuori ora la storiella di una correlazione tra l’equilibrio della finanza pubblica ed il rinnovo del contratto dei dipendenti pubblici. Questo un modo irresponsabile di scaricare sui lavoratori italiani l’incapacit ormai palese del Governo non solo di far quadrare i conti dello Stato, ma soprattutto di rispettare l’accordo sul costo del lavoro e la politica dei redditi.” Cos il Segretario Confederale della Cisl, Raffaele Bonanni replica alle dichiarazioni del Ministro Siniscalco.

“Il sindacato non ha chiesto una lira in pi di quanto dovuto ai lavoratori . Basta con questa caccia all’untore. Noi siamo un soggetto responsabile, da sempre . E’ il Governo Berlusconi che ha messo in piedi questo teatrino sul contratto degli statali che non ha precedenti nella storia sindacale del nostro paese- sottolinea il sindacalista- Il contratto di lavoro per i dipendenti pubblici un atto dovuto”. Per la Cisl il contratto degli statali “non pu diventare terreno di scambio tra il Governo e la Confindustria, come si evince oggi dalle dichiarazioni del Ministro del Welfare, Maroni che propone di ridurre di alcuni punti il costo del lavoro per le imprese”, aggiunge Bonanni.

(Tes/Pn/Adnkronos)