PREZZI: BRUNETTA, CONTRO CAROVITA TARIFFE PER CETI DEBOLI E NUOVE PRIVATIZZAZIONI
PREZZI: BRUNETTA, CONTRO CAROVITA TARIFFE PER CETI DEBOLI E NUOVE PRIVATIZZAZIONI

Roma, 10 mag. - (Adnkronos) - ‘’Far partire la liberalizzazione e la privatizzazione del mercato consentendo alle aziende di ‘public utilities’ di concorrere realmente riducendo in maniera drastica i prezzi dei beni di consumo primari. L’unica via percorribile per cominciare a calmierare il mercato e’ creare tariffe ‘ad hoc’ per i ceti piu’ deboli’’. E’ la ricetta suggerita da Renato Brunetta, consulente economico di Palazzo Chigi, che, in un’intervista al ‘Quotidiano Nazionale’ indica le priorita’ che il governo dovrebbe tenere presenti per avviare una politica contro il carovita e far ripartire l’economia del Paese.

‘’Credo che uno dei modi per porre un freno al carovita - spiega Brunetta - sia quello di tenere sotto controllo la formazione dei prezzi’’. L’operazione di privatizzazione delle aziende e liberalizzazione dei servizi, sostiene l’economista, ‘’e’ rimasta a meta’, anche se ha consentito a quelle societa’ una volta controllate nei prezzi dei servizi, di aumentare le tariffe’’. Un altro problema, secondo Brunetta, e’ nella distribuzione commerciale: ‘’la grande distribuzione stenta a decollare, la piccola, atomizzata e parcellizzata , amplifica enormemente le oscillazioni di prezzo’’. Infine, ‘’il gap dell’euro. Non essendo abituati a misurare in centesimi abbiamo perso il senso del valore del denaro’’. Per una graduale presa di coscienza, suggerisce, ‘’si puo’ tornare a mettere sui cartellini la doppia cifra, ovvero il prezzo in lire e in euro’’. (segue)

(Rre/Zn/Adnkronos)