USA: ARCHIPELAGO, FUSIONE CON BORSA NEW YORK ENTRO IL PRIMO TRIMESTRE 2006 (2)
USA: ARCHIPELAGO, FUSIONE CON BORSA NEW YORK ENTRO IL PRIMO TRIMESTRE 2006 (2)

(Adnkronos/Marketwatch) - “La fusione sottovaluta il Nyse e deprime il valore delle quote possedute dagli azionisti”, si legge nel documento depositato oggi dai legali di Higgings. Secco il commento del Nyse che, tramite il portavoce Ray Pellecchia, ha dichiarato come “Il Nyse dopo aver letto le motivazioni della causa legale l’abbia trovata priva di fondamento. Stiamo procedendo - ha concluso il portavoce - con la fusione come previsto”. Al centro delle proteste di Higgings e di parte degli azionisti del Nyse c’ il ruolo svolto dalla Goldman Sachs accusata di conflitto di interesse nell’operazione.

Goldman svolge infatti funzioni di ‘advisor’ sia per il Nyse che per Archipelago. Solitamente nelle operazioni di fusione le funzioni di ‘advising’ vengono svolte da due banche d’affari distinte al fine di poter tutelare al meglio gli interessi degli azionisti. Goldman, poi, oltre a possedere una quota di Archipelago, gestisce anche una societ di specialist al Nyse. Infine ad alimentare ulteriormente i sospetti di Higgings che dalla fusione Nyse-Archipelago la maggior parte dei proventi e dei benefici vadano alla Goldman, lasciando a bocca asciutta le altre ‘big’ di Wall Street, giunge anche il fatto che l’attuale amministratore delegato del Nyse, John Thain, sia stato ‘president’ della Goldman.

(Gct/Pn/Adnkronos)