CANNES: BACON-FIRTH, IL DIFFICILE RAPPORTO CON LA CELEBRITA' (4)
CANNES: BACON-FIRTH, IL DIFFICILE RAPPORTO CON LA CELEBRITA' (4)
L'INTERPRETE DI 'MYSTIC RIVER', HOLLYWOOD CENSURA IL SESSO NON LA VIOLENZA

(Adnkronos) - Nel film non mancano scene di sesso e, alle rassicurazioni del produttore del film (”Se avessimo problemi con la censura americana sarebbe sorprendente”) corrispondono quelle del regista e degli attori: “Il sesso e’ una parte essenziale del film, c’e’ sesso ma c’e’ soprattutto sensualita’ -spiega Egoyan- Era necessario per dare un senso di disponiblita’ e intimita’ alla storia. Per fortuna ho un produttore che non mi fa preoccupare dei problemi legati alla censura”. “La violenza viene spesso accettata -dice Bacon- mentre il sesso no, o meglio viene accettato se gli attori sono vestiti o se c’e’ un mobile di mezzo che nasconde le nudita’. Ma quando si fa sesso si e’ nudi. Ed e’ un peccato che le persone siano disturbate dalle nudita’”.

Un film che riporta sul grande schermo le storie legate ai miti delle vecchie star di Hollywood: “Hollywood -dice- e’ una citta’ che si basa sulla fabbricazione dei sogni, l’aspetto piu’ intoccabile della nostra vita. E’ affascinante andare in giro per un Universal Studio. Gli Studios della Universal guadagnano piu’ con i visitatori che con i film girati. Anche perche’ ormai girare film li’ e’ sempre piu’ difficile: il suono e’ pessimo, si sente la guida dei visitatori che spiega con l’altoparlante quel che stanno visitando. Quindi abbiamo scelto di girare in luoghi icona di Hollywood. Che continuera’ ad esistere perche’ simboleggia i nostri sogni”.

(Spe/Col/Adnkronos)