EMILIA ROMAGNA: CISL E ISFEL PRESENTANO RAPPORTO SU TASSE LOCALI E SERVIZI
EMILIA ROMAGNA: CISL E ISFEL PRESENTANO RAPPORTO SU TASSE LOCALI E SERVIZI
BOLOGNA E' LA CITTA' DOVE SI PAGA DI PIU' E PIACENZA QUELLA MENO CARA

Bologna, 17 mag. (Adnkronos) - Con una spesa annua per abitante pari a 2.136 euro Bologna la citt emiliano romagnola pi cara per quanto riguarda le tariffe di gas, acqua, riufiuti, addizionale comunale e Ici, mentre Piacenza con una spesa di 1.791 euro la meno cara. La classifica cambia per se si aggiunge la voce di costo dell’asilo nido. In questo caso Ravenna con 5.542 euro l’anno balza in testa e Ferrara con 3.837 euro in fondo alla lista. Ferrara infatti la citt con il maggior numero di posti nei nidi d’infanzia e con le rette pi basse in regione (173 euro al mese contro il picco di 358 euro a Ravenna).

Sono alcuni dei dati pi significativi emersi dal Rapporto regionale 2004 e primi mesi del 2005 su tariffe e tasse locali nei Comuni dell’Emilia Romagna, presentato oggi a Bologna da Cisl Emilia Romagna e Isfel (Istituto di studi e formazione nel campo dell’economia e del lavoro). Pi nel dettaglio il gas costa su base regionale di pi a Piacenza (1.349 euro l’anno) e di meno a Parma (1.205 euro), mentre l’acqua pi cara a Forl (189 euro) e di meno a Piacenza (82 euro).

I ferraresi sono i cittadini che pagano meno di tutti la raccolta dei rifiuti (244 euro per 90 metri quadrati all’anno), voce di costo che vede Ravenna al primo posto (112 euro per 90 metri quadrati/anno). L’Ici alleggerisce maggiormente le tasche dei bolognesi che spendono 351 euro a testa l’anno e di meno quelle dei piacentini che versano in media 182 euro a testa. (segue)

(Mcb/Opr/Adnkronos)