TESSILE: MANDELSON CHIEDE PROCEDURA URGENZA SU T-SHIRT E LINO, CINA AGISCA SUBITO
TESSILE: MANDELSON CHIEDE PROCEDURA URGENZA SU T-SHIRT E LINO, CINA AGISCA SUBITO

Bruxelles, 17 mag. (Adnkronos/Aki) - “Il periodo di grazia di 15 giorni ( per le consultazioni formali ndr.) non significa che la Cina possa rifiutarsi di agire: l’obbligo di contenere l’export scatta immediatamente”. E’ stato molto esplicito il Commissario europeo al Commercio estero, Peter Mandelson, nell’esporre ai giornalisti i contenuti della procedura d’urgenza lanciata oggi contro Pechino, su T-shirt e filati di lino. Il ministro del Commercio della Repubblica Popolare Bo Xilai dunque sempre pi sotto pressione. Mandelson, tenendo fede alla fase tre delle linee guida varate lo scorso 6 aprile, ha in effetti messo i puntini sulle i: “ho deciso di raccomandare ai colleghi della Commissione di compiere un passo procedurale ulteriore”.

Il commissario propone che l’esecutivo Ue avvii con Pechino consultazioni formali, della durata massima di quindici giorni. Se alla fine di questo periodo la Cina “non avesse ancora agito, a quel punto agiremo noi sulla base dei nostri orientamenti”, ricorrendo dunque alle misure di salvaguardia gi ventilate nel quadro delle guidelines. Il colosso asiatico, per evitare questo scenario, sarebbe dunque costretto ad auto-limitare le proprie esportazioni (per il momento solo su due categorie delle nove nel mirino) riportandole al livello dei primi dodici dei quattordici mesi che precedono l’indagine iniziale, aumentato del 7,5%, come previsto dall’accordo di adesione al Wto. (segue)

(Ild/Opr/Adnkronos)