FECONDAZIONE: AFEF, E' UNA SCELTA DI LIBERTA' E LA CHIESA RESTI FUORI
FECONDAZIONE: AFEF, E' UNA SCELTA DI LIBERTA' E LA CHIESA RESTI FUORI
E' UNA LEGGE MASCHILISTA E CRUDELE, LE DONNE DEVONO POTER SCEGLIERE

Roma, 17 mag. - (Adnkronos) - “Usare la religione per imporre agli altri i propri principi, le proprie scelte e’ uno sbaglio. Facendo cosi’ si tradisce il senso stesso della religione”. Lo ha affermato Afef Jnifen in un’intervista al quotidiano ‘La Stampa’ in riferimento al referendum sulla fecondazione.

“Io credo che non ci debba essere nessuna imposizione dello Stato nella vita privata delle persone. Il limite e’ sempre quello dei diritti altrui - ha detto ancora Afef - Le donne devono essere libere di fare la loro scelta visto che si parla del loro corpo. E invece questa legge e’ stata fatta dagli uomini”.

“La religione non influenza la mia condotta e le mie scelte. Ho grande rispetto per tutte le religioni ma non voglio imposizioni. Le mie scelte sono dettate dalla mia testa e dal mio cuore - ha proseguito - Se fossi un politico non metterei limiti nelle scelta di una coppia. Anche perche’ la proibizione non fa altro che spingere le persone all’estero. Tanti vanno in Spagna. Bravissimo quel Zapatero. Ho trovato le sue decisioni coerenti e coraggiose. Il mondo cambia - ha concluso - e dobbiamo imporci di cambiare i nostri schemi. Ragionando piu’ in termini di liberta’ che di restrizioni”.

(Rre/Col/Adnkronos)