FI: BERLUSCONI, DA CATANIA PARTE RISCOSSA CDL
FI: BERLUSCONI, DA CATANIA PARTE RISCOSSA CDL
'CASA COMUNE MODERATI' PASSI ATTRAVERSO RAFFORZAMENTO PARTITO

Roma, 17 mag. (Adnkronos) - Silvio Berlusconi lo ha ripetuto in queste ore a chiare lettere a tutti i suoi interlocutori: da Catania deve iniziare la riscossa della Cdl. L’affermazione di Umberto Scapagnini sotto le falde dell’Etna ha rinfrancato il Cavaliere, alle prese con il nodo degli statali e la difficile situazione economica che ha messo il governo in un ‘cul de sac’, portandolo a un’operazione verita’ shock sui conti pubblici con l’annuncio di interventi drastici contro la stagnazione attuale. Una situazione che preoccupa la maggioranza, mentre ritorna puntuale il fantasma delle elezioni ad ottobre.

Non a caso il premier ha ricevuto questo pomeriggio, a palazzo Grazioli, il ministro dell’Economia, Domenico Siniscalco, insieme al titolare delle Infrastrutture, Pietro Lunardi e al senatore Luigi Grillo. Il presidente del Consiglio crede nel rilancio di Fi e non demorde sulla prospettiva della ‘casa comune dei moderati’. Anzi, va ripetendo che il partito unico del centrodestra passa in ogni caso attraverso un rafforzamento del movimento azzurro.

Berlusconi ha promesso cambiamenti dentro Fi e nuove strategie per non arrivare impreparati all’appuntamento del 2006. La voce si e’ rafforzata in queste ore. E subito si e’ parlato di possibili avvicendamenti tra i coordinatori regionali, facendo valere il principio del ‘doppio incarico’. A traballare sarebbero le poltrone in quelle regioni dove e’ stata piu’ forte l’emorragia di voti dopo la sconfitta alle amministrative del 3 e 4 aprile. Sotto esame sarebbero pertanto tornate Lazio, Campania e Lombardia. (segue)

(Vam/Ct/Adnkronos)