FI: CAROLLO, POTREI RIPENSARCI SE GHEDINI SCEGLIE COORDINATORE DI MIA FIDUCIA (2)
FI: CAROLLO, POTREI RIPENSARCI SE GHEDINI SCEGLIE COORDINATORE DI MIA FIDUCIA (2)
BERLUSCONI ALLE PRESE CON CASO VENETO, SUL TAPPETO PARTITO UNICO

(Adnkronos)- Carollo conferma di aver detto no a un incarico a livello nazionale nell’organizzazione del partito, visto che’’non ci sono le condizioni per accettarlo’’. E si dice alla finestra in attesa di segnali concreti. Intanto, Fi continua a prepararsi alla sfida del 2006. Nel pomeriggio, il presidente del Consiglio rientrera’ a Roma. In primo piano c’e’ soprattutto la difficile situazione dei conti pubblici in vista dei prossimi decisivi appuntamenti economici: Dpef e Finanziaria. Ma sul tavolo restano sempre le strategie del movimento azzurro e la prospettiva del partito unico del centrodestra.

La ‘road map’ che dovrebbe portare alla ‘casa comune dei moderati’ voluta dal Cavaliere si articola in varie tappe. Salvo cambiamenti dell’ultima ora, la tabella di marcia prevede ritmi serrati. Domani dovrebbero riunirsi tutti i coordinatori provinciali e regionali. Quindi, dal 20 maggio a fine giugno dovrebbero svolgersi assemblee azzurre in tutte le province, che saranno aperte a dirigenti, quadri, militanti e simpatizzanti di Fi. Consultata la base, il partito si aprirebbe quindi al confronto nel Consiglio nazionale che dovrebbe svolgersi a cavallo tra fine giugno e i primi di luglio. Il vicepresidente della Camera, Alfredo Biondi, ha proposto una ‘due giorni’ d’inizio settimana, il lunedi’ e il martedi’, per evitare l’effetto vacanze.

(Vam/Rs/Adnkronos)