RAI: AIART, NUOVO CDA FERMI DEGRADO TV PUBBLICA
RAI: AIART, NUOVO CDA FERMI DEGRADO TV PUBBLICA

Roma, 17 mag. - (Adnkronos) - “L’Aiart ritiene che il compito del nuovo cda della Rai sia arduo: arginare il degrado della tv pubblica”. Lo afferma Luca Borgomeo, presidente dell’associazione di utenti radiotelevisivi vicina alla Cei.

“Negli ultimi anni la programmazione della Rai non ha fatto altro che omologarsi a quella della tv privata - continua Borgomeo - E’ stato il trionfo dei reality, del sensazionalismo, del distacco dal Paese reale e dalla vita quotidiana degli italiani, del cattivo gusto, della voglia di stupire non disegnando di apparire insulsi, volgari e amorali. E tutto questo per far crescere gli ascolti e quindi la pubblicit. E’ inaccettabile. Non pensiamo che il nuovo meccanismo di elezione del cda possa sanare questi mali, ma quanto meno ci speriamo. Vogliamo una tv che non sia solo evasione e svago, ma che proponga un’informazione non asservita ai partiti e al potere economico-finanziario. Vogliamo una Rai che torni al suo antico mestiere di educare la popolazione ai valori che contano, recuperando finalmente, come servizio pubblico, la sua funzione di dare informazione, di fare cultura e spettacolo, rispettando l’intelligenza e la dignit dei telespettatori”, conclude Borgomeo.

(Inf-Com/Pn/Adnkronos)