RIFORME: SICILIA - BARBERA, DAL REFERENDUM UN ESEMPIO PER IL RESTO DELL'ITALIA
RIFORME: SICILIA - BARBERA, DAL REFERENDUM UN ESEMPIO PER IL RESTO DELL'ITALIA
COSTITUZIONALISTA ALL'UNIVERSITA' DI BOLOGNA, SBARRAMENTO AL 5% L'ALTRA SORPRESA DELLA REGIONE

Roma, 17 mag. - (Adnkronos) - “E’ vero che l’affluenza alle urne e’ stata bassa, ma quelli che hanno votato si’ non possono essere tutti di An. E’ evidente che per difendere la legge si sono mobilitati i cittadini piu’ avveduti e politicamente attivi sia nel centrodestra che nel centrosinistra. E questo orientamento non puo’ non pesare oltre i confini della Sicilia”. Lo ha affermato il professore Augusto Barbera, costituzionalista all’universita’ di Bologna, in un’intervista al quotidiano ‘La Stampa’, commentando i risultati del referendum sulla leggge elettorale regionale in Sicilia.

“E’ un segno forte della gente contro il sistema frantumato dei partiti - ha continuato Barbera - Lo sbarramento del 5% per ottenere seggi non ha un valore in se’, conta per gli effetti pratici che ha sul sistema. Questa non e’ una vittoria astratta. Il risultato siciliano produrra’ benefici in termini di stabilita’ ed efficienza dei governi - ha proseguito - In generale, poi, se ne deduce che il tema delle riforme istituzionali ed elettorali non sia poi cosi’ lontano dalla gente come in questi ultimi anni si era temuto da alcuni e sperato da altri”. (segue)

(Rre/Gs/Adnkronos)