NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - L'INTERNO (3)
NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE - L'INTERNO (3)

Roma. L’Unione in vantaggio sulla Cdl di cinque punti percentuali. E’ questo il ‘verdetto’ del sondaggio curato da Nicola Piepoli e pubblicato stamani sulla ‘Stampa’ per quanto riguarda le intenzioni di voto in vista delle elezioni politiche del prossimo anno. I partiti del centrosinistra conquisterebbero il 50% dei consensi contro il 45% della coalizione del centrodestra, mentre l’1,5% andrebbe ai radicali della lista Pannella-Bonino e l’1% all’Alternativa sociale di Alessandra Mussolini. Per quanto riguarda il voto ai singoli partiti nel proporzionale, nel centrosinistra la lista unitaria dell’Ulivo -peraltro finora ‘bocciata’ dalla Margherita- composta da Ds, Dl e Sdi otterrebbe il 35% dei consensi e il primo posto tra le forze politiche. Rifondazione comunista si attesterebbe al 6,5%. Percentuali meno generose per il Pdci al 3% i Verdi al 2,5% l’Udeur all’1,5% e l’Italia dei valori con la lista Di Pietro all’1%.Nel fronte del centrodestra, Forza Italia conquisterebbe il 20,5% dei voti, mentre ad An andrebbe l’11% dei consensi elettorali. Al 6% si attesterebbe l’Udc, al 5,5% la Lega Nord, all’1,5% il nuovo Psi mentre il Pri unito alla lista Sgarbi non andrebbe oltre lo 0,5%. (segue)

(Sin/Zn/Adnkronos)