FECONDAZIONE: DIACO, SI' FRA I DUBBI MA REFERENDUM NON E' STRUMENTO ADATTO
FECONDAZIONE: DIACO, SI' FRA I DUBBI MA REFERENDUM NON E' STRUMENTO ADATTO
IL 13 GIUGNO, SECONDO GIORNO DI VOTO, L'ESORDIO DEL GIORNALISTA SU 'RAINEWS 24'

Roma, 5 giu. (Adnkronos) - Quattro s e mille dubbi: pu riassumersi cos la posizione del giornalista Pierluigi Diaco sui referendum sulla procreazione assistita, che segneranno anche il suo esordio su ‘Rainews 24’, come conduttore del programma ‘Rai 21.15’ che a partire proprio dal 13 giugno, secondo giorno di apertura dei seggi elettorali per il voto, andr in onda dal luned al venerd (dalle 21.15, appunto, alle 22.30). “E il tema prescelto per la prima puntata non potr che essere il referendum sulla fecondazione”, anticipa all’ADNKRONOS.

“Ritengo singolare e discutibile -premette Diaco- che temi cos delicati come la procreazione assistita vengano affidati, in una democrazia che si dice rappresentativa, all’opinione e al giudizio degli elettori, che hanno gi dato mandato ai partiti, con il loro voto alle elezioni politiche, di discutere e decidere in Parlamento. Il referendum non lo strumento adatto per una questione cos complessa. Io, comunque, andr in ogni caso a votare e voter quattro s, pur fra mille dubbi”, confessa. (segue)

(Bon/Col/Adnkronos)