FECONDAZIONE: LA POSIZIONE DEGLI EBREI- RABBINO DI SEGNI, LE SACRE SCRITTURE NON SI OPPONGONO A REFERENDUM
FECONDAZIONE: LA POSIZIONE DEGLI EBREI- RABBINO DI SEGNI, LE SACRE SCRITTURE NON SI OPPONGONO A REFERENDUM
PER NOSTRA RELIGIONE EMBRIONE COME PERSONA SOLO DOPO 40 GIORNI, CONTRARI ALL'ETEROLOGA

Roma, 5 giu. - (Adnkronos) - Seguendo alla lettera le indicazioni delle ‘halakh’, le sacre scritture ebraiche, la comunit italiana dovrebbe sostanzialmente andare a votare, optando per tre ‘S’ ed un ‘No’, sulla fecondazione eterologa. Si evince dal contenuto di un documento redatto appositamente dal Rabbino di Roma, Riccardo Di Segni.

“Per ci che riguarda prettamente le richieste referendarie -spiega all’ADNKRONOS Di Segni- quanto messo in esame dai referendum concorda sostanzialmente con la halakh, specialmente sul fatto che le tecniche non debbano essere indicate solo per la sterilit, non ci deve essere limitazione sul numero di embrioni e ci pu essere flessibilit nelle procedure di crioconservazione”.

“Discordano, invece, -prosegue Di Segni- sul fatto che per la halakh a queste tecniche si ricorre solo se non ci sono alternative, e la gradualit sembra logica”. (segue)

(Vib/Zn/Adnkronos)