FECONDAZIONE: OMOLOGA ED ETEROLOGA, SI O NO? ECCO COME FUNZIONA NEGLI ALTRI PAESI
FECONDAZIONE: OMOLOGA ED ETEROLOGA, SI O NO? ECCO COME FUNZIONA NEGLI ALTRI PAESI
IN AUSTRIA E FRANCIA PRATICA PERMESSA SOLO A COPPIE SPOSATE E CONVIVENTI

Roma, 5 giu. - (Adnkronos) - Se l’ Italia discute da anni sulla fecondazione artificiale, sulla legge 40 e sulla sua opportunit, sia etica che legislativa, e si prepara a sciogliere ogni dubbio andando a referendum il 12 e 13, molti altri paesi stranieri hanno gi affrontato e risolto la questione da tempo, dandosi una regolamentazione precisa che, in alcuni casi, va avanti gi da parecchio. Ecco come funziona la legislatura delle altre nazioni in materia di procreazione artificiale, eterologa e diritti dell’embrione.

AUSTRIA- Sia la fecondazione artificiale che quella eterologa sono ammesse, ma non per le donne sole: chi volesse procedere a questo tipo di pratica, deve essere sposato o, al massimo, convivente. E’ vietata, invece, la cosiddetta inseminazione ‘post mortem’ e la pratica dell’utero in affito.

FRANCIA- Sulla stessa linea austriaca, anche se con alcuni punti differenti, la legislazione in Francia, dove la legge votata nel 1994 stabilisce che solamente le coppie sposate o conviventi da almeno due anni possono accedere all’inseminazione artificiale. Nel paese transalpino, inoltre, consentita l’inseminazione artificiale con donatore, ma solo quando la procreazione assistita all’interno della coppia non abbia avuto successo. (segue)

(Vib/Col/Adnkronos)