FECONDAZIONE: PARTITI AL VOTO CON SCHEMA 'TRASVERSALE'/ADNKRONOS
FECONDAZIONE: PARTITI AL VOTO CON SCHEMA 'TRASVERSALE'/ADNKRONOS
IL 'PARTITO DELL'ASTENSIONE' METTE A RISCHIO LA CONSULTAZIONE REFERENDARIA

Roma, 5 giu. - (Adnkronos) - A sette giorni dal voto referendario sulla fecondazione assistita le forze politiche si apprestano a ricalcare lo schema trasversale che ha caratterizzato il voto in Parlamento sulla legge 40. Una trasversalita’ che ha creato, di fatto, un solco tra cattolici e laici. Il 12 e 13 giugno prossimo, quindi, lo scontro si ripetera’. E non coinvolgera’ solo il ‘si’’ e il ‘no’ alle modifiche alla legge, ma vedra’ protagonista anche un terzo schieramento, quello del non voto, che nelle ultime settimane si e’ arricchito di nuovi contributi. Non di poco conto quello della Chiesa, con Papa benedetto XVI che ha sollecitato i fedeli a prestare ascolto alle parole dei vescovi. E la Cei, con il cardinal Ruini, ha consigliato di disertare le urne per difendere le norme appena approvate dal Parlamento. Ed e’ proprio il ‘partito del non voto’ l’incognita di questo appuntamento referendario: se riuscira’ ad ingrossare ancora le proprie file mettera’ seriamente a rischio il quorum.

La presa di posizione della Chiesa ha dato origine a non poche polemiche: da una parte, tra le file dell’opposizione, quanti hanno considerato quella del Vaticano e della Cei un’ingerenza nella sfera laica dello Stato; dall’altra, quanti, sia nella maggioranza che nell’opposizione, hanno difeso la liberta’ di opinione e di espressione della Chiesa su una questione che coinvolge direttamente le singole coscienze, al di la’ degli schieramenti politici. (segue)

(Pol-Fer/Zn/Adnkronos)