CONFINDUSTRIA: COPPOLA, DELLA VALLE SI BASA SU DISTINZIONE SNOBISTICA TRA IMPRENDITORI (2)
CONFINDUSTRIA: COPPOLA, DELLA VALLE SI BASA SU DISTINZIONE SNOBISTICA TRA IMPRENDITORI (2)
CHI OSA DARE FASTIDIO AI POTERI FORTI DIVENTA 'NON SERIO'

(Adnkronos) - ‘’Eppure -si legge ancora nella nota del gruppo Coppola- dovrebbe riflettere il patron di Tod’s allorquando neo proprietario della Fiorentina, strappata a Cecchi Gori, in un modo che farebbe arrossire anche un lanzichenecco, si presentato in Federazione Calcio perorando nuove teorie, ed stato messo gentilmente alla porta, vogliamo dire per mancanza di storia imprenditoriale, forse perch era l’ultimo arrivato’’. ‘’Nonostante ci, da buon uomo di prima repubblica, ha attaccato il proprio carro nel salotto cosiddetto buono di cui si professa fanatico militante. Tornando agli imprenditori ‘non seri’ che forse non possono essere, allora, definiti neanche imprenditori, sono additati ad arte con indici di sospetto e di scorrettezza imprenditoriale, nonch di assenza di trasparenza, solo perch osano dare fastidio ai poteri forti’’, prosegue Coppola.

‘’Ci evidenzia quanto poco obiettiva sia l’analisi, se cos vogliamo chiamarla, dell’artigiano Della Valle e priva di contenuti nel merito. Il premier Berlusconi intervenendo sul punto ha dimostrato estrema coerenza con il proprio passato di uomo che attraverso il lavoro, partendo da zero, si imposto nel panorama economico internazionale, al di fuori da schemi e condizionamenti. ‘’ arrivato il momento che tutti gli imprenditori, a prescindere dal proprio schieramento politico, prendano posizione contro questi presuntuosi snob della finanza, che da sempre ostacolano il libero mercato, aggrappandosi -conclude la nota- alle loro posizioni di privilegio’’.

(Sec-Val/Ct/Adnkronos)